Author: sEEd_aDm_wP

Convegno: “Attualità in tema di export alimentare”

vai all’articolo

Il 9.5.2018 nella Sala Biagi del Palazzo Lombardia a Milano, si terrà un importante evento sul tema dell’export alimentare dando spazio alla voce degli operatori economici.

Tornano le giornate lombarde di approfondimento sul tema dell’export alimentare.
Nel convegno/incontro, verrà dato spazio agli operatori economici che sono i veri attori del processo di esportazione. A loro fianco il Ministero della Salute fornirà aggiornamenti sui recenti accordi e sugli esiti delle ispezioni condotte in Italia da parte di delegazioni di Autorità di Paesi terzi. Al termine due esperti che operano in campo internazionale parleranno di come affrontare il mercato Usa alla luce delle novità normative.

Corso per formatori sul regolamento 1/2005

vai all’articolo

L’Istituto Zooprofilattico della Lombardia e dell’Emilia Romagna presenta il corso a cascata per medici veterinari per l’aggiornamento obbligatorio di guardiani e conducenti relativo al Regolamento 1/2005.

Il corso sarà disponibile a Brescia (12 aprile) e Roma (9 maggio).
A oltre 10 anni dall’entrata in vigore del Regolamento 1/2005 molti certificati di idoneità per guardiani e conducenti sono scaduti o in scadenza. Il Ministero della Salute, visto le numerose segnalazioni relative alla non corretta applicazione sul territorio del regolamento 1/2005, ha previsto obbligatoriamente la partecipazione a corsi di aggiornamento per i conducenti e guardiani che richiedano il rinnovo del certificato di idoneità, affidando l’organizzazione della formazione a cascata per veterinari formatori all’IZSLER di Brescia.
Il 12 aprile si svolgerà, presso la sede di Brescia dell’Istituto Zooprofilattico della Lombardia e dell’Emilia Romagna, un corso destinato ai medici veterinari pubblici di aziende sanitarie, Istituti Zooprofilattici, UVAC e PIF con l’obiettivo di renderli formatori per i corsi di aggiornamento per guardiani e conducenti ai sensi del Regolamento 1/2005.
Dopo la sede di Brescia, il corso verrà ripetuto il 9 maggio a Roma (Auditorium del Ministero della Salute).
Per l’iscrizione al corso è necessario collegarsi alla piattaforma FORMAZIONE di IZSLER.
Il responsabile scientifico dell’evento è la dottoressa Sara Rota Nodari sara.rotanodari@izsler.it, tel. 030-2290637

Attualità nelle malattie trasmesse da insetti: prevenzione e rischio in Italia

vai all’articolo
In occasione della manifestazione “Exposanità” che si terrà a Bologna dal 18 al 20 aprile, l’IZSLER organizza un convegno dal titolo “Attualità nelle malattie trasmesse da insetti: prevenzione e rischio in Italia”. Il Corso è accreditato e conferirà 3 crediti ECM. Responsabile Scientifico dr. Michele Dottori (michele.dottori@izsler.it).

Il 20/04/2017 presso il quartiere fieristico di Bologna Fiere, in occasione di EXPOSANITÀ, l’IZSLER organizza un evento formativo che si rivolge a tutti gli operatori del comparto sanitario (medici, veterinari, biologi, tecnici) con coinvolgimento anche di tutti quegli operatori professionali che hanno un ruolo nel controllo e nell’organizzazione dei sistemi di prevenzione delle malattie trasmesse da vettori all’uomo ed agli animali (entomologi, meteorologi, tecnici ambientali, disinfestatori, ecc.). Il tema, estremamente attuale, è imperniato sull’attualità nelle malattie trasmesse da insetti. Il professor Giovanni Rezza dell’ISS di Roma, la dr.ssa Paola Angelini della regione Emilia Romagna ed il dr. Michele Dottori dell’IZSLER si alterneranno quali Docenti di grande competenza ed esperienza in una mattinata che si profila di grande interesse scientifico e culturale.

Brevetto n. 0001428899, un altro successo dell’IZSLER!

vai all’articolo
È stato concesso all’IZSLER il brevetto nazionale relativo ad un ceppo di virus della Porcine Reproductive Respiratory Syndrome (PRRS) attenuato nella virulenza e potenzialmente utilizzabile a livello industriale per la produzione di un vaccino nei confronti dell’infezione della PRRS nella specie suina.

Con la presente si vuole render noto un ulteriore successo della nostra area tecnica: il riconoscimento all’IZSLER del brevetto nazionale relativo ad un ceppo di virus della Porcine Reproductive Respiratory Syndrome (PRRS) attenuato nella virulenza e potenzialmente utilizzabile a livello industriale per la produzione di un vaccino nei confronti dell’infezione della PRRS nella specie suina.
Il virus modificato, denominato PRRS/IZSLER/2014, è stato inizialmente isolato nel corso di una infezione della PRRS in un allevamento di suino. Lo stesso, in ragione della sua particolarmente elevata virulenza, è stato utilizzato in una serie di prove sperimentali eseguite su suini sensibili sottoposti ad infezione con il fine di approfondire le conoscenze sulle caratteristiche patogenetiche ed immunologiche di questo virus.
Nelle indagini in vivo più recenti il virus si è gradualmente attenuato nella virulenza esitando in una totale assenza di sintomi clinici negli animali inoculati, viremia molto ridotta, se non completamente assente ed eliminazione pressoché nulla dall’organismo, ma sintesi di una risposta immunologica specifica.
Indagini sperimentali successive hanno confermato il comportamento di questo stipite virale suggerendone il possibile utilizzo in presidi immunizzanti nei confronti della infezione della PRRS, e la possibile protezione del ceppo tramite richiesta brevettuale, richiesta autorizzata dalla Direzione dell’Ente.
Alla data odierna lo stock virale allestito, previamente purificato e sottoposto a sequenziamento genomico completo è depositato presso una banca autorizzata secondo il trattato di Budapest (nel caso specifico l’Istituto Pasteur di Parigi).
Il riconoscimento a livello nazionale del brevetto relativo al ceppo PRRS/IZSLER/2014 del virus della PRRS e del conseguente possibile impiego a livello industriale per la produzione di un presidio immunizzante specifico è un esempio concreto della traslazione dei risultati derivanti dalla ricerca sperimentale all’applicazione pratica.
Si sottolinea che, in questo ambito, il virus PRRS/IZSLER/2014 è l’unico ceppo di virus attenuato isolato in Italia ed è attualmente in corso la estensione della richiesta brevettuale ad altri Paesi europei.

Soddisfazione dell’utenza 2017

vai all’articolo
In continuità con quanto fatto gli anni precedenti l’IZSLER pubblica la relazione sulla soddisfazione dell’utenza.

Per l’anno 2017 l’IZSLER ha scelto di non distribuire nuovi questionari di indagini mirate, proseguendo solo con la rilevazione della soddisfazione degli utenti che hanno deciso di rinnovare contratti per prestazioni di laboratorio e di lasciare alla libera iniziativa degli utenti la compilazione dei moduli relativa agli altri servizi.

Le indagini di monitoraggio della soddisfazione per l’anno 2017 hanno avuto scarsa partecipazione da parte dell’utenza, il numero di moduli raccolti non consente analisi statistiche rilevanti, pertanto si è deciso di riportare i dati elaborati in forma sintetica e prevalentemente in formato grafico.

Aggiornamento in Sezione su aspetti epidemiologici delle salmonellosi aviarie

vai all’articolo

Il 16 febbraio si è svolto presso la Sede territoriale di Forlì  il corso “Aggiornamento sulla epidemiologia delle salmonelle aviari con possibile effetto “link” con le Salmonelle umane”.
Il corso ha visto un’importante partecipazione (91 presenze) di varie figure professionali: Veterinari, Medici, Zootecnici, Biologi, Biotecnologi, tecnici aziendali di Aziende Pubbliche e Private, nonché di Docenti e ricercatori Veterinari e non  delle Università deli Studi di Milano, Padova, Parma, Bologna e Perugia.
Il corso è stato organizzato allo scopo di aggiornare sulle conoscenze epidemiologiche delle salmonelle aviari in ambito nazionale ed Europeo e di mettere in collegamento la Sanità Animale con la Salute Umana applicando un’attenta analisi del rischio relativamente alle salmonelle umane e ai possibili casi di tossinfezione alimentare.
Come relatori sono interventi:
– la Dott.ssa Antonia Ricci Responsabile del Centro di Referenza Nazionale ed OIE per le salmonellosi che ha trattato ampiamente la situazione epidemiologica degli ultimi anni delle salmonellosi in Europa ed in Italia con particolare riferimento alle Salmonelle prevalenti (S. enteritidis, S. typhimurium e S. typhimurium variante monofasica) e ad alcune salmonelle cosi dette “minori” come la S. infantis e la S. derby.
– la Dott.ssa Emanuela Fiumana Medico AUSL Romagna – Direttore Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica che ha presentato un aggiornamento puntuale della situazione epidemiologica regionale e nazionale delle salmonelle umane  prevalenti, nonché ha relazionato sul sistema di attivazione regionale di sanità pubblica in caso di presunta tossinfezione alimentare o in caso di salmonellosi umana.
– il Dott. Stefano Pongolini – IZSLER – che ha presentato un modello regionale di integrazione medico-veterinaria per la sorveglianza delle salmonellosi e l’indagine epidemiologica nei focolai di tossinfezione come strumento di prevenzione. Questa relazione ha lanciato le basi per diversi spunti di riflessione su quanto è stato fatto negli ultimi cinque anni con questo tipo di indagine

Formazione a distanza: “la Tubercolosi negli animali”

vai all’articolo

L’IZSLER ripropone un percorso formativo a distanza dedicato all’incontro e scambio di informazioni sulle strategie di controllo, sulle diagnosi di laboratorio e sugli approcci epidemiologici della tubercolosi. Il corso è accreditato nel sistema ECM per le professioni del Biologo e del Veterinario.

La malattia è causata da micobatteri del gruppo Mycobacterium Tubercolosis complex, che comprende Mycobacterium bovis, agente eziologico della tubercolosi bovina.
Le principali vie di trasmissione per l’uomo sono rappresentate da alimenti contaminati, specialmente latte crudo e suoi derivati, e dal contatto diretto con animali infetti.
In Italia, grazie all’adozione dei piani di eradicazione, la prevalenza di Tubercolosi negli allevamenti bovini/bufalini è scesa all’1%.
Il corso è costituito da una monografia cartacea e dal relativo test di valutazione dell’apprendimento che si dovrà svolgere on line tramite la Piattaforma e-learning dell’IZSLER. Il test sarà attivo dal 1 Marzo 2018 fino al 30 Novembre 2018.
Il corso è accreditato nel sistema ECM per le professioni del Biologo e del Veterinario.
Per iscriversi è necessario acquistare il testo “La tubercolosi negli animali” / editors Franco Guarda, Enrico Bollo e Giovanni Loris Alborali, all’interno del quale è presente un codice univoco che permetterà di accedere al test di valutazione dell’apprendimento sulla piattaforma.
Oltre all’acquisto del libro, è necessario iscriversi al corso tramite il portale della Formazione (http://formazione.izsler.it/). Questa procedura è necessaria al fine di registrare il nominativo del partecipante sia al percorso FAD, sia al test finale, oltre che per la corretta attribuzione dei crediti ECM.
Il costo del manuale è di € 50,00 (a cui si devono aggiungere € 7,55 per spese di spedizione postale o € 9,82 in caso di spedizione contrassegno).
Il corso prevede una durata di 40 ore e l’acquisizione di 40 crediti ECM, a seguito del superamento del relativo test di apprendimento e della compilazione del questionario di gradimento.

Convegno: gestione del dolore nei Farm Animals nella ricerca

vai all’articolo

Il 9 marzo 2018, presso l’aula Gualandi dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, si terrà l’evento formativo “Gestione del dolore nei Farm Animals nella ricerca”. La giornata formativa affronterà la tematica relativa alla gestione del dolore e delle procedure in grado di indurre uno stato di sofferenza negli animali durante lo svolgimento dei disegni sperimentali.

Il giorno 9 marzo 2018, presso l’aula Gualandi dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, si terrà l’evento formativo “Gestione del dolore nei Farm Animals nella ricerca”.
La giornata formativa affronterà la tematica relativa alla gestione del dolore e delle procedure in grado di indurre uno stato di sofferenza negli animali durante lo svolgimento dei disegni sperimentali. Il programma è orientato a trattare differenti aspetti inerenti l’ambito sopra menzionato, siano essi di natura teorica (preparazione del progetto di studio, individuazione del modello animale da utilizzare, ecc.) sia di natura pratica (sedazione ed analgesia, interventi da effettuare sugli animali).

Locandina

Convegno: i fattori condizionanti la vita delle api

vai all’articolo
L’8 marzo, presso l’aula Gualandi dell’IZSLER, si terrà l’evento formativo convegnistico dal titolo “I fattori condizionanti la vita delle api”.
Il corso è accreditato per numerose figure professionali. Responsabile scientifico professoressa Lupi Daniela (daniela.lupi@unimi.it).
Per ulteriori informazioni: formazione@izsler.it, (0039) 030 2290330 – 230 – 379 – 333.

Le tematiche affrontate nei numerosi convegni organizzati dall’IZSLER negli anni trascorsi sono completati dall’evento “I fattori condizionanti la vita delle api”, ove numerosi esperti del settore sono stati invitati a relazionare sulle cause di disvitalità, mortalità e spopolamento delle api. Si alterneranno 6 docenti che affronteranno, tra gli altri importanti argomenti, il fenomeno della colony collapse disorder, l’influenza delle onde elettromagnetiche e il fenomeno della resistenza agli acaricidi (vedi programma).

L’evento, organizzato in collaborazione con l’Associazione Apicoltori Lombardi si terrà l’8 marzo presso l’IZSLER e consentirà di ottenere 4 crediti in ECM.